Crea sito

Caso Bonucci : aggiornamento clamoroso !


TORINO- Quella che sembrava solamente una voce di mercato campata all’aria negli scorsi giorni col passare delle ore sembra sempre più prendere corpo : Bonucci al Milan è una trattativa possibile ed ormai ben avviata.
L’ultimo aggiornamento riporta addirittura un colloquio nel pomeriggio di Marotta e Paratici all’interno di uno studio legale di Milano, durato un paio di ore, in cui si sono poste le basi per un trasferimento del difensore viterbese alla corte di Montella.
La strategia della Juve è chiara : nessun giocatore è sul mercato, a meno che sia il diretto interessato a voler cambiare aria, per questo non intende trattare offerte provenienti dai rossoneri inferiori ai 40 milioni e con l’inserimento di possibili controprtite (De Sciglio piace ma sarà eventualmente trattato a parte.

I MOTIVI DI UN ADDIO Le motivazioni di un addio così improvviso ed inaspettato, specialmente per quanto riguarda un giocatore simbolo dei bianconeri nelle ultime stagioni, sono tante e concatenate, ovviamente non ascrivibili al solo aspetto economico : al primo posto i ripetuti malumori di Bonucci, già palesate nella scorsa stagione con la tentazione Premier League nel mercato estivo, ma soprattutto gli screzi col tecnico Allegri, in primis l’esclusione nel match col Porto per motivi disciplinari ma anche successive diatribe accadute durante la finale di Champions (si vocifera che nell’intervallo Bonucci abbia fatto la voce grossa invitando il tecnico ad effettuare dei cambi e siano volate parole grosse) .
In secondo piano anche un senso di sazietà e la voglia di una nuova sfida per il giocatore, dopo tanti scudetti vinti e due finali di Champions perse, la voglia di iniziare un nuovo ciclo con un ruolo ancora più centrale all’interno della squadra e uno stipendio da top player vero (circa 6 milioni l’anno), che lo renderebbero uno dei difensori più pagati al mondo.

Ovviamente la trattativa sarà ancora lunga e piena di insidie, ma appare chiaro che la volontà del giocatore sia quella di cambiare aria definitivamente, con buona pace dei numerosi supporters bianconeri che ancora non si capacitano dell’addio del loro beniamino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.